Dieci minuti, dieci righe.

La penna che sto usando scrive molto bene.
L’inchiostro scivola fluido.
La piccola sfera sulla punta fa il suo lavoro, rotola e distribuisce colore.
Questa penna dovrebbe essere usata per scrivere qualcosa di epico, magistrale, un qualche capolavoro di Poesia o Prosa, destinato a durare nei secoli.
E invece, guarda qui.
Sprecata a imbrattare un foglio a quadretti di un quaderno a spirale in cui io perdo tempo e lei inchiostro.
Quando la carica della penna a sfera cesserà di essere, e sento che il momento si avvicina senza scampo, la vita di questo strumento sarà inutilmente trascorsa senza lode, forse con qualche infamia.
Può darsi che la terrò comunque con me, questa penna.
Per ricordare.
Che tutto finisce.

24 Comments

  1. Considerazione bellissima e condivisa da me e la mia ragazza. L’altro giorno è finita una di quelle “penne” pilot che scrivono benissimo in cui le tacche fanno vedere a che punto è arrivato il consumo di inchiostro. Quasi non volevamo liberarcene. Ormai ci eravamo affezionati… 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...