#209 – Non importa

Dicono è facile.
Pensa a qualcos’altro prima di dormire.
Ma che ne sanno loro di quanto spazio è rimasto miei pensieri. A fatica riesco a immaginare quello che farò domani. E non sono nemmeno sicuro di aver mangiato a pranzo oggi.
Evito di posare lo sguardo sugli oggetti che non trovano meglio da fare che parlarmi di te. Incollo lo sguardo al soffitto cercando di svuotare la mente, ma le luci e le ombre con cui i lampioni sulla strada si divertono a giocare mi ricordano il tuo muoversi delicato, quasi danzante.
Mi rigiro su un lato e il cuscino ricalca spudoratamente i tuoi fianchi, tanto da indurmi ad allungare una mano nella speranza che tu, ovunque sia e con chiunque sia, possa in qualche modo avvertire la mia presenza.
E i miei occhi incontrano i tuoi nella penombra della stanza che non ha più la forma della mia camera da letto. Sono gli occhi che ogni giorno ho la speranza di incrociare, tra un caffè e una mezza frase buttata nel mucchio del chiacchiericcio davanti all’ascensore e che ora, solo ora, mi invitano senza parlare.
La mia mano scivola sulla tua schiena, il braccio ti stringe, incredulo di poter scivolare sulla tua pelle nuda e calda come un serpente attorno al frutto proibito. Il tuo corpo risponde in maniera così naturale da farmi dimenticare la vergogna che provo per il mio e la paura di non essere alla tua altezza. Non mi bastano i polpastrelli delle dita e i palmi delle mani per esplorarti, ogni centimetro della mia pelle desidera fondersi con la tua, con le labbra percorro il tuo collo, la lingua assaggia il tuo mento, la tua bocca, mentre rotolando tra le lenzuola la sensazione del tuo peso leggero sopra di me regala una gioia atavica. Sentire il tuo seno premere sul mio torace e i tuoi capezzoli sodi graffiarmi dolcemente la pelle mi trasporta in un mondo e in un tempo da cui non voglio più fuggire, come la luce che infine si lascia imbrigliare da un buco nero.
Non credevo sarebbe stato possibile superare ciò che mi è sembrato il momento perfetto, invece tu scivoli via veloce solo per un attimo, porgendomi la tua parte più intima e, ora lo so, più desiderata. Ormai non esiste più nulla se non le tue cosce che afferrano e stringono il mio volto. E io sono in completa balia del tuo mondo, del tuo ondeggiare ritmico che mi insegna e allo stesso tempo impara. Dimentico di respirare mentre cerco di darti quanto più piacere possibile, lo stesso che tu stai donando a me, in un modo che non immaginavo realizzabile.
Siamo atleti in gara, ognuno teso a far vincere l’altro in una competizione sfiancante che si vorrebbe durasse per sempre.
Ma le battaglie, come le partite, vivono anche dei capovolgimenti di fronte e quindi eccoci ora faccia a faccia, stretti e confusi uno nell’altra, sudati, sorridenti e quasi sfiniti in vista del traguardo, ora affiatati ballerini della danza più antica del mondo, desiderosi di concluderla sull’ultima nota della musica che noi stessi componiamo, in un crescendo d’intesa che annulla i nostri Io per fondersi finalmente in un appagante Noi.

Ed ora eccoti, come ogni mattina, arrivi in fronte alle porte dell’ascensore regalando a tutti sorrisi e inconsapevoli speranze.
Ti osservo come sempre da lontano, incapace di palesarmi in qualsiasi modo, felice anche solo di un tuo sguardo vagamente abbandonato nella mia direzione.
Ma oggi, oggi forse senti qualcosa di diverso, forse hai ancora nella pelle la sensazione provata nel sogno che ti ha svegliata nel cuore della notte, bagnata e felice.
Lo vedo da come tieni lo sguardo basso, da come tormenti l’orecchino, dall’espressione sognante disegnata dalle tue labbra e dal sorriso negli occhi di quando raggiungi l’apice del piacere e il cui ricordo del sogno ora non vuole sparire.
No, nemmeno oggi i tuoi occhi incroceranno i miei, ma non importa.
Io so sognare per tutti e due.

.

.

.

Le mie pubblicazioni:

Heideen [Romanzo, Green Fantasy]

Lemniscatus, la catena dell’odio. [Romanzo, Giallo]

Racconti, Volume I [Antologia di racconti, vario genere]

Racconti, Volume II [Antologia di racconti, vario genere]

Racconti, Volume III [Antologia di racconti, vario genere]

Moses [Romanzo, Fantascienza, Giallo]

14 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...